Redazione

Redazione

Redazione

Martedì, 18 Agosto 2020 04:26

MIRROR OF THE SOUL di Bruno Pedrosa

Aperta nella sede della Thereza Pedrosa Gallery e sul suo sito online la mostra personale di Bruno Pedrosa, dal 1 agosto fino al 1 settembre 2020.

L'opera di Bruno Pedrosa è eclettica, poiché passa comodamente dalla tela al vetro, dal marmo alla carta, dall'ottone al mosaico, dal bronzo alla ceramica. Ogni volta che la sua vita cambia, cerca nuovi modi per esprimere i suoi sentimenti e se stesso. All'inizio del 2020, l'artista ha festeggiato i 70 anni di età e i 50 anni di carriera. Questo lo ha portato a soffermarsi sulla sua vita, sul suo lavoro e sulla sua carriera artistica. Con un rinnovato desiderio di rimettersi in gioco e di affrontare nuove sfide, ha iniziato una collezione di sculture uniche da indossare. Il periodo di isolamento è stato quindi colto da Bruno come un'inaspettata occasione per guardarsi dentro ed esprimere il suo pensiero in una nuova forma. L'artista ha sempre amato scoprire nuove strade per la sua creatività, ma lo studio dei volumi rimane l'essenza costante in tutte le sue opere. Ogni scultura indossabile presentata nella mostra Specchi dell'anima contiene per Bruno Pedrosa un'armonia essenziale per l'anima. L'equilibrio tra momenti di felicità e momenti di sofferenza si manifesta in ogni spilla attraverso l'alternanza di superfici, a volte lisce, lucide, brillanti, a volte graffiate, ferite e segnate. L'equilibrio tra momenti di leggerezza e momenti di profondità emotiva si manifesta attraverso il gioco di volumi pieni e vuoti, concavi e convessi. Come in ogni rapporto umano, la perfezione attira, i punti di luce catturano il primo sguardo, ma sono i segni, le cicatrici, le imperfezioni che incantano, affascinano e fanno vagare la mente, innamorandosi. L'intera collezione di Specchi dell'Anima evidenzia come la bellezza complessiva sia data dall'equilibrio tra piccole e grandi superfici, come i momenti ordinari e speciali della nostra vita, tra lo scintillio dei momenti felici e il fascino grezzo dei segni lasciati dalle esperienze. Per l'artista la bellezza di ogni anima è proprio nell'insieme di quei segni che la rendono unica.

Thereza Pedrosa

 

Maggiori informazioni sulla mostra vai sul sito della Galleria:

https://www.therezapedrosa.com/mirrors-of-the-soul-bruno-pedrosa/

 

Bruno Pedrosa, Mirrors of the Soul, piccola spilla 4

 

Bruno Pedrosa, Rinascita, spilla 15

 

Bruno Pedrosa, Mirrors of the Soul, spilla 36

 

 

Mercoledì, 01 Luglio 2020 06:08

Let’s Play | Gigi Mariani

Il 27 giugno è iniziata la mostra dal titolo Let's Play di Gigi Mariani alla Theresa Pedrosa Gallery di Asolo (TV). La mostra si può visitare in Galleria ed è visibile anche online a questo link. Per approfondimenti sull'artista: https://www.gigimariani.it/

Per introdurre la mostra la gallerista Theresa Pedrosa scrive:

"La gente usa gli anelli fin dall'antichità. Nel corso dei secoli, innumerevoli valori simbolici e materiali sono stati aggiunti all'anello come oggetto, basti pensare all'anello con sigillo di famiglia o all'anello di fidanzamento.
Ogni gioiello che decidiamo di indossare trasmette un'energia, un'emozione e solletica i nostri sensi. Ma come oggetto, l'anello è, secondo me, il più giocoso, allegro, interattivo e coinvolgente che ci possa essere. Indossandolo in mano, abbiamo il piacere di ammirarlo non solo nel momento in cui lo prendiamo in mano, ma per tutto il tempo in cui lo indossiamo. Non solo lo guardiamo, ma lo sentiamo, lo giriamo, lo tocchiamo. Ci giochiamo! La mostra LET'S PLAY presenta una collezione di anelli di Gigi Mariani, artista noto per il suo approccio serio e metodico al lavoro, ma anche per la sua anima giocosa e la sua instancabile voglia di esplorare il mondo che lo circonda. Questa mostra è quindi un semplice invito a non smettere mai di giocare e a meravigliarsi."

 

Gigi Mariani, anello

Gigi Mariani, White Corner, anello

Gigi Mariani, Almost, anello

Gigi Mariani, Labyrinth, anello

Gigi Mariani, Let’s Play, anello

 

 

Invito a partecipare alla selezione online sulla Pagina Facebook Dandelion - Mostra evento online. La scadenza del concorso a cura di Maria Laura La Mantia e con la collaborazione di Letizia Maggio e Valeria Fusco, è il 30 giugno.


Il titolo del concorso è DANDELION - LA LEGGEREZZA NECESSARIA.
La necessità di leggerezza è il motivo che mi ha spinto a suggerire un concorso di idee, in uno degli interminabili pomeriggi di queste ultime settimane, di giorni nei quali quotidianamente ho letto, ascoltato e visto ciò che stava cambiando per sempre aspetti scontati della mia vita. La sensazione più forte è stata legata alla percezione di come questo tempo nuovo che stiamo affrontando e le emozioni contrastanti prodotte, ci suggeriscano le immagini e la voglia di comunicarle. Si dice che il dente di leone possa prosperare anche in condizioni difficili, non c’è da meravigliarsi quindi che la gente gli attribuisca la capacità di saper affrontare le sfide della vita. Per sua natura questo è un fiore semplice, leggero. La leggerezza è un concetto perfetto e non è casuale che il Dandelion abbia ispirato l’alta gioielleria e il design, l’arte e la poesia. Tra le parole dal significato simbolico che gli vengono attribuite scelgo LIBERTÀ.

Progetto: un’idea per un gioiello, concorso di idee per un oggetto-narrazione.

Vi propongo di pensare ad un gioiello che prenda forma traendo spunto dalle sensazioni provate, un gioiello che sintetizzi ciò che avete osservato, sentito, vissuto. Abbiamo visto trasformarsi in un tempo rapidissimo il nostro personale concetto di spazio e di libertà, abbiamo aggiunto nuove immagini al significato di fragilità e resistenza agli eventi. Dare forma ad un gioiello che sia, ancora una volta, oggetto-narrazione del suo tempo rappresenterà la vostra personale sintesi di questo cambiamento. I post verranno condivisi dal 14 maggio al 30 giugno. I lavori selezionati che avranno partecipato (oggetti, progetti grafici o progetti 3D) faranno parte di una mostra online su una pagina che verrà generata a conclusione della selezione. 

Modalità di partecipazione:

Condivisione di un solo post per partecipante con l’immagine, il titolo, la didascalia con descrizione di massimo 5 righe. 

Cosa:

un progetto per un gioiello. Si richiede di presentare, nella forma non hanno vincoli di materiali, generi, dimensioni. L’opera può essere, a discrezione dei partecipanti, presentata sotto forma di:un gioiello finito, un disegno/ illustrazione oppure un progetto 3D.


Linee guida
Le immagini devono essere nitide con una buona qualità di risoluzione.
La gestione dei post e la selezione saranno filtrati dagli organizzatori.

Lunedì, 15 Giugno 2020 07:24

LUCE | LUZ | LIGHT mostra online

Alla Thereza Pedrosa Gallery di Asolo (TV), è iniziata il 4 giugno la mostra online dal titolo LUCE | LUZ | LIGHT. La mostra è visibile fino al 12 luglio sul sito della galleria a questo link:

https://www.therezapedrosa.com/luce-luz-light-online-exhibition/

"Nella vita di tutti ci sono sempre alti e bassi, ma questi ultimi mesi sono stati per tutti turbolenti. Non c'è bisogno di spiegare perché. In un modo o nell'altro, siamo stati tutti scossi. Alzarsi e rimettersi in gioco può sembrare un compito impossibile per ognuno di noi. Ma il punto è questo: dobbiamo ricordare che non siamo soli e che anche se stiamo tutti attraversando un momento difficile, possiamo comunque aiutarci a vicenda. La mostra LUCE LUZ LIGHT è quindi un invito personale che ho rivolto a 16 artisti italiani (di origine o di adozione): per unirsi e lanciare un fascio di luce, una brezza di aria fresca, un'onda di speranza. Per ripartire, insieme. Il periodo che abbiamo davanti a noi non sarà facile, ma ci saranno delle opportunità e dobbiamo continuare a inseguire i nostri sogni. Quando lavoriamo con ciò che amiamo, non c'è scelta, perché non è solo un lavoro. Si tratta di amore. Si tratta di amicizia. Quindi, dobbiamo mettere tutta la nostra passione e la nostra energia per creare nuove opportunità e andare avanti insieme.

Grazie a Bruno Pedrosa, Carla Riccoboni, Caterina Zanca, Chiara Scarpitti, Clara Del Papa, Corrado De Meo, Gigi Mariani, Heidemarie Herb, Maria Rosa Franzin, Patrizia Bonati, Sara Barbanti, Stefania Lucchetta, Stefano Fronza, Stefano Rossi, Ylenia Deriu e Yoko Takirai | Pietro Pellitteri per aver accettato questa sfida.

Godetevi questa mostra, perché è pura energia, è pura LUCE."

Thereza Pedrosa

Bruno Pedrosa, Rinascita, spilla 3

Stefano Fronza, Luce, spilla

Caterina Zanca, Castore, spilla

Carla Riccoboni, Elisse white, collana

Chiara Scarpitti, Extinct flowers and skulls, spilla

Clara Del Papa, White Convivium, anello

Corrado De Meo, Intrusione Estrusione, spilla 1

Maria Rosa Franzin, Spazio d’Oro, spilla

Gigi Mariani, Almost, anello

Heidemarie Herb, Panta Rhei, spilla 1

Patrizia Bonati, Tutto cambia 3, orecchini

Sara Barbanti, Reunion 1, spilla

Yoko Takirai | Pietro Pellitteri, ESSE, collana

Stefania Lucchetta, Vibration, spilla

Ylenia Deriu, Hoplia Argentea macro, spilla

Stefano Rossi, Passage, spilla

 

Domenica, 31 Maggio 2020 07:53

Covers di Tore Svensson

Dopo 13 anni di intensa collaborazione la Hannah Gallery Barcelona presenta nel suo spazio la prima mostra personale dell'artista svedese Tore Svensson. 33 spille sono state create appositamente per la galleria, interpretando opere di Miró, Arp, Corse, Knobel, Malevich, tra gli altri, che trattano in modo approfondito il tema della copia. Tore Svensson è uno degli artisti dell'oreficeria svedese contemporanea più influenti al giorno d'oggi. Oltre ai suoi anni di insegnamento e al suo lavoro accademico, lavora costantemente alle sue collezioni di gioielli e oggetti accuratamente sviluppate. Tore lavora principalmente con il ferro e ultimamente ha aggiunto porcellana, legno e vernice. I suoi pezzi sono caratterizzati da una geometria chiara e da una perfetta realizzazione tecnica.

"Da quando Tore ci ha presentato per la prima volta la sua idea per questa mostra due anni fa alla Hannah Gallery, ci siamo sentiti entusiasti e d'accordo. Eravamo molto curiosi di vedere le sue opere, sapendo già che il suo lavoro sarebbe stato sicuramente buono. Quando abbiamo tenuto in mano i primi schizzi e disegni, abbiamo superato le nostre aspettative ed eravamo sicuri che questa mostra sarebbe stata una delle migliori che avremmo mai potuto realizzare. Per noi, amanti dell'arte, la gioia non è solo il gioiello in sé, ma anche lo sfondo: I riferimenti all'arte e la proposta di Tore di ripensare le forme del presente, e legati ai grandi artisti che ammira, allo stesso tempo, essendo Tore Svensson al 100%. 33 pezzi, costruiti con acciaio, porcellana, argento, vernice e MDF, basati su una selezione di forme paradigmatiche che portano con sé il valore e la forza dell'enigmatico, l'inizio di un alfabeto grafico, pezzi che rivelano la volontà di raggiungere il massimo livello di espressione dalla massima riduzione. Uno di questi obiettivi universali, che non è facile da raggiungere. Quando lavoro con questo progetto scelgo solo artisti, arte o design che mi piacciono. Non mi sono sempre sentita a mio agio quando ho usato il lavoro di un altro artista per le mie spille, ma ho sempre cercato di farne qualcosa di personale. È più un omaggio a questo artista che una copia della sua arte. Il mio progetto si sviluppa più in questo modo che dare una risposta a ciò che è permesso o meno." (Tore Unplugged. Testo di Nichka Marobin sulle copertine della mostra di Tore Svensson alla Hannah Gallery Barcelona).

Per maggiori informazioni visita la mostra online:

hannahgallerybarcelona.net

 

 

Giovedì, 28 Maggio 2020 13:01

TRACCE DEL FUTURO di Carla Riccoboni

Parte domani 29 maggio alla Thereza Pedrosa Gallery di Asolo, la mostra TRACCE DEL FUTURO di Carla Riccoboni importante designer e ricercatrice orafa, pioniera dell’autoproduzione negli anni ‘80, è considerata tra i “maestri” del gioiello italiano contemporaneo. Per approfondimenti su di lei visita il suo sito web: carlariccoboni.it

La sua ricerca è basata sull'utilizzo di madreforme utilizzate nell'oreficeria stampata, tipica lavorazione della storia orafa vicentina, il lavoro di Carla Riccoboni è una metafora di vita. La riscoperta della storia e delle tradizioni del territorio sono delle profonde radici che, salvaguardate nel cuore, permettono di guardare al futuro con intraprendenza e audacia. La storia, unita alla più intima sensibilità umana, apre alla scoperta di nuove inesplorate rotte. Nella ricerca di Carla Riccoboni la sintesi di conoscenze antiche e innovazioni tecniche, miscelate con delicata passionalità, risultano in pura forza e bellezza.

Visita la mostra in galleria:
Thereza Pedrosa Gallery, via Canova 332, Asolo (TV).

Visita la mostra online:
www.therezapedrosa.com

 

Nell'ambito della Venice Design Week 2020 è online il concorso di design rivolto ai creativi di ogni età. Il Concorso promosso da Venice Design Week Polo Museale del Veneto e MANN di Napoli, con il patrocinio di ADI Associazione Design Industriale – delegazione Veneto e Trentino Alto Adige. 

L’oggetto in concorso sarà ispirato dai reperti archeologici, per questo l’autore è invitato a scegliere un opera dei musei italiani con cui relazionarsi e da cui farsi ispirare. Il designer è libero di interpretare l’antico per produrre il contemporaneo, tra le categorie di concorso elenchiamo alcuni esempi che non sono esaustivi di tutte le possibilità: oggetto per la casa, oggetto per la tavola, oggetti di uso quotidiano, accessori per la persona tra cui i gioielli.

 

Per saperne di più vai al link qui

Domenica, 19 Aprile 2020 06:26

Concorso - GIOIELLI IN FERMENTO 2020 | 2021

E che ne sarà del ‘POST’ pandemia?

Concorso riservato a designer, artisti, orafi, emergenti e professionisti, per un ornamento inedito (*) ispirato al tema.

La situazione senza precedenti in cui ci troviamo da diverse settimane a causa della pandemia globale, ci rende impossibile pianificare a breve termine la celebrazione internazionale del concorso e ci ha spinto a riformulare le caratteristiche del progetto. L’intenzione é di colmare il tempo sospeso che ci separa dall’esposizione vera e propria e dall’interazione reale degli osservatori con le opere realizzate per l’annata 2020.

Per dare enfasi a questo periodo di transizione abbiamo deciso di registrare il passaggio tra ciò che “è stato” fino all’esplosione della pandemia, dei pericoli del contagio, della paralisi di ogni attività e del confino – il PRE – e ciò che da quel momento in poi ha implicato il ripensare le nostre vite, le nostre reazioni, i nostri ruoli – il POST.

Ci diamo dunque un nuovo appuntamento nella Primavera 2021 :

IL 10° CONCORSO É
IN
EVOLUZIONE
PRE & POST
CORONA

La concezione delle nuove opere non potrà che rispecchiare un motus creativo che registra, subisce, reagisce ai cambiamenti – dal punto di vista concettuale, dal punto di vista pratico, dal punto di vista esistenziale.
Da qui la nostra proposta di connessione al tema dell’ “evoluzione” creativa POST Covid-19. La sfida di porre a confronto quanto già realizzato con lo spunto creativo rivolto al futuro è aperta agli autori delle opere dell’edizione 2020 ai colleghi che intendano candidare nuove opere, agli studenti, particolarmente coinvolti da questa fase di emergenza

per tutti il nuovo termine è il 31.01.21

Secondo il regolamento già pubblicato.

Il nostro mondo PRE-corona:

Gioielli in Fermento 2020 Opere selezionate | Selected Works (online contents begin on next May 10th)
Gioielli in Fermento 2019 Collection & Awards
Gioielli in Fermento 2018 Collection & Awards
2011-2017 Master Collection & Invited Artists
Sezione Studenti
AGC Associazione Gioiello Contemporaneo

L’assegnazione dei premi dell’edizione speciale 20|21 avverrà in occasione della presentazione in via di definizione per la Primavera 2021.

Per tutti gli aggiornamenti visita questa pagina sul sito di Gioielli in Fermento

Da lunedì 20 aprile la Galleria Biró di Monaco Baviera ha avuto il permesso di riaprire il suo spazio espositivo.

Crediamo che la crisi dovuta al Coronavirus ci metta tutti di fronte a grandi sfide che ispirano la nostra creatività - L'arte può aiutarci, a molti livelli, a pensare cose nuove e non vediamo l'ora che ci siano nuovamente quegli incontri entusiasmanti che la nostra galleria, solitamente ha. I gioielli sono sensuali e ricchi di emozioni, tutti ne abbiamo bisogno anche in questo periodo di privazione. Ci farà piacere avvisarvi personalmente sugli eventi in galleria, per telefono o per e-mail. Vorremmo fissare degli appuntamenti per rispettare le misure precauzionali applicabili. Possiamo anche organizzare per voi una mostra privata senza impegno, se sarete interessati a qualsiasi artista da noi presente.

La prossima mostra ora si intitola:

"Le navi - che raccontano il loro contenuto di Peter Bauhuis, Rudolf Bott, Karl Fritsch, Gerd Rothmann"

Per la prima volta la Galerie Biró mostra esclusivamente delle imbarcazioni. Siete cordialmente invitati ad unirvi a noi per il nostro weekend di apertura. Vi preghiamo di prendere un appuntamento prima, organizzeremo delle fasce orarie per poter rispettare le misure sanitarie necessarie.

La mostra è aperta il fine settimana
Venerdì 15, sabato 16, domenica 17 maggio 2020,
dalle le 11:00 alle 17:00

Per maggiori informazioni val al sito della Galleria

 

Domenica, 29 Marzo 2020 08:44

INVITO a fare un breve Video-messaggio

Tutti i Soci sono invitati a partecipare con un breve video messaggio!!!!

Il Museo del Bijou di Casalmaggiore richiede a tutti di inviare un video-messaggio di auguri al Museo, a Casalmaggiore, alla Lombardia, all'Italia intera, per sostenere la Cultura e la Bellezza in questo difficile momento, per regalare a tutti un pensiero di speranza.

Il vostro video verrà postato sulle pagine social e sul sito del Museo del Bijou di Casalmaggiore.

Aspettiamo i vostri contributi a:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

PER VEDERE LA PAGINA DEI VIDEO-MESSAGGI PUBBLICATI SUL SITO DEL MUSEO DEL BIJOU DI CASALMAGGIORE 

vai a: http://www.museodelbijou.it/ce-la-faremo/