Redazione

Redazione

Redazione

Domenica, 19 Giugno 2022 05:09

Sílvia Serra Albaladejo

Spagna

 

I am seduced by the tempo, the stubbornness and the synchrony of trade as vital as ours. We confer on our works the value of communicating from the symbolic language itself. A communicative language embraces the creator, the wearer and the viewer at the same time. / Sílvia Serra Albaladejo

Our relationship to the industrial object is functional; with work of art, it is semi religious; to handicraft, it is corporeal. It is really not a relationship, but a contact. / Octavio Paz, Craft, The use and contemplation.

 

 

 

 

 

With the Plate on the Table
Brooch - 2017 | Silver, plastic, ceramic, acrylic, gold leaf. 10 x 12 x 4 cm
With the Stone to the shoe
Brooch - 2017 | Silver, plastic, quartz, acrylic, gold leaf, steel, wood, leather. 10 x 8.5 x 2.5 cm
Helpless Refugees
Brooch - 2017 | Silver, plastic, aluminium, acrylic, gold leaf, steel. 8 x 8 x 2 cm
Mare Nostrum
Brooch - 2018 | Silver, plastic, cotton thread, gold leaf. 30 x 4.5 x 3.5 cm

ll 10 Giugno 2022 alle ore 18.30 s’inaugura presso lo spazio di Monza LeoGalleries in via De Gradi 10 la mostra di gioielleria contemporanea di ricerca composta da 84 gioielli provenienti dalla Fondazione Raffaele Cominelli. L'esposizione è curata da Rita Marcangelo, Rossella Tornquist e Rosanna Padrini Dolcini ed è inserita negli eventi di FuorisaloneMonza 2022.
La mostra è organizzata e realizzata dal progetto Addicted, una nuova realtà nata per far conoscere e sostenere il mondo del gioiello contemporaneo e d’artista e che verrà presentato ufficialmente proprio in questa occasione."A presentare l’idea di Addicted, le sue scelte e le sue finalità in occasione dell’inaugurazione della mostra, sarà la storica dell’arte Simona Bartolena insieme a Laura Gadda, Elena Guerini e Daniela Porta di Leogalleries, fondatrici di questa nuova realtà (tutte già attivissime nel mondo dell’arte)."

Il 16 giugno 2022 alle ore 18:30 si svolgerà l'evento incontro, con le curatrici della Collezione per presentare le attività della Fondazione Cominelli illustrando i gioielli esposti.
La Collezione Permanente è nata da una collaborazione tra l'Associazione Gioiello Contemporaneo e la Fondazione Cominelli, all'interno dell'annuale Premio Fondazione Cominelli, un concorso che dal 2010 ha visto la partecipazione di artisti del gioiello contemporaneo di tutto il mondo. La Collezione, iniziata nel 2011, è stata curata per il primo anno dalla Dott.ssa Bianca Cappello, critica e storica del gioiello, la quale ha proceduto ad una prima selezione degli artisti sulla base dei diversi modi e aspetti interpretativi della materia. Dal 2012, Rita Marcangelo ha preso in mano il lavoro avviato, oltre ad un ampliamento della Collezione mediante la costante selezione di nuove opere, ha eseguito una completa riorganizzazione della stessa, al fine di dare una più ampia panoramica sulle diverse aree di ricerca che caratterizzano il gioiello contemporaneo oggi. Così, il percorso espositivo è stato articolato in quattro macro aree tematiche, a loro volta suddivise in specifici ambiti di interesse.

Tra le ultime opere donate, un bracciale di Marjorie Schick da parte di Helen W. Drutt English è una delle più importanti collezioniste di gioiello contemporaneo. Fu invitata da AGC e dalla Fondazione a selezionare i partecipanti del premio Cominelli nell'edizione del 2017 - 2018. In quell'occasione rimase molto colpita dal luogo e dal progetto. Nominata dalla famiglia Schick responsabile ad affidare le opere dell’artista a musei e collezioni permanenti, che per lei fossero più meritevoli per importanza e qualità decise di donare alla Collezione Permanente il bracciale Ridget armlet del 1994.

bracciale di Marjorie Schick

spilla di Alba Polenghi Lisca

spilla di Jimin Kim

spilla di Judy McCaig

anello di Maria Cristina Bellucci

anello di Nahoko Fujimoto

spilla di Silke Trekel

pendente di Trinidad Contreras

 

Giovedì, 09 Giugno 2022 09:53

Corrado De Meo

ELEMENTO MUTEVOLE NEL TEMPO è il titolo della mostra di gioielli contemporanei di Corrado De Meo presso la Sala delle Esposizioni Temporanee del Museo di Storia Naturale e del Mediterraneo di Livorno.

Le opere di Corrado De Meo, che sono più di cinquanta, spaziano in epoche diverse e raccontano fasi della sua ricerca che in questi ultimi 20 anni, ha accompagnato i suoi “vagabondaggi” e gli hanno consentito di misurarsi con materiali e tecniche che lo hanno aiutato a rinnovarsi ed a raccontare il suo percorso professionale; un percorso cominciato più di 40 anni fa. Quando ha iniziato questa avventura, non sapeva nemmeno lui dove lo avrebbe portato, sapeva solo che voleva partire alla scoperta di un mondo di forme la cui sola ragione di esistere è quella di raccontare e far nascere emozioni. In questi anni, dopo tanto cercare, ha capito che il suo scopo non era raggiungere un obbiettivo, ma continuare il “viaggio”, un viaggio in compagnia della “materia”, di questo “mistero” col quale, in questi anni, ha interagito lasciandosi suggerire vie nuove o scoprendone di nuove Io stesso.

spilla di Corrado De Meo

Mercoledì, 25 Maggio 2022 07:51

#circolare di nome e di fatto!

workshop in archivio – mercoledì 8 e domenica 12 giugno 2022
jewelry design workshop: progettiamo in “circolare”
Tutti i tondi possibili, sfridi di metallo, granulati dalla stampa 3D… ma prima di tutto la vostra testa, per sfidare l’economia circolare nel quartiere CiStà – Città Studi Acquabella Social District

Un’introduzione alla progettazione del gioiello e un focus sull’uso dei materiali di recupero superando la logica del semplice assemblaggio.

Il workshop consiste in un esercizio di progettazione / design del gioiello a partire da materiali di recupero circolare da altre attività (lavorazioni del metallo e scarti da stampa 3D) aperto al confronto sia tra specialisti che tra i cittadini-osservatori. Focalizzare sul design del gioiello significa proporre una scala di lavorazione sostenibile e facilmente accessibile, sia a studenti e progettisti emergenti, sia a cittadini sensibilizzati e di conseguenza interessati ad approfondire il tema della circolarità. La valorizzazione della cultura di progetto in questo caso si pone l’obiettivo di superare la logica di semplice assemblaggio, grazie a un processo di studio di livello professionale, guidato da esperti del settore (Cristian Visentin Studio, Archivio Negroni, AGC Associazione Gioiello Contemporaneo) rivolto a giovani ricercatori nel campo del design di prodotto e design del gioiello.

A partire da scarti sfridi, elementi metallici e non del nostro archivio materiale (Archivio Attrezzeria Negroni) e degli altri partner tecnologici (Superforma XYZ e Cristian Visentin Studio) proponiamo un approccio introduttivo alla progettazione e design del gioiello con materiali di recupero.
Alla parte pratica, segue l’esposizione dei risultati (schizzi, prototipi, elaborazioni grafiche e digitali) rivolta in primo luogo ai cittadini/residenti del quartiere allargato (Città Studi Politecnico / in collaborazione con l’associazione CiStà Città Studi Acquabella Social District) per la sensibilizzazione sui temi di “scarto/riuso/riparazione” ornamentale, attraverso la rappresentazione dei risultati elaborati dai partecipanti del workshop, a cui verranno affiancati esempi in tema realizzati da artisti e designer del gioiello internazionali – a cura di Archivio Negroni in collaborazione con Associazione AGC, LAO Firenze, IED Milano.

L’aspetto centrale del workshop è dato dai MATERIALI UTILIZZATI a disposizione dei partecipanti: sfridi metallici, frammenti metallici d’archivio, disegni e modelli d’archivio scarti dalla stampa 3D; granulati e rilavorati; semilavorati di recupero pre-adattati secondo suggerimenti di progettazione.
Una prima sessione introduttiva e preparatoria si svolgerà online MERCOLEDÌ 8 GIUGNO alle ore 12 (il link verrà comunicato dopo la presente registrazione) a cui seguiranno successivi appuntamenti di approfondimento online in vista della sessione operativa di DOMENICA 12 GIUGNO (in Archivio Negroni – dalle 10 alle 18 per il gruppo dei partecipanti iscritti).
L’esperienza si concluderà con la presentazione degli elaborati e l’apertura al pubblico dell’Archivio dalle ore 18 alle ore 21.
L’esposizione al pubblico sarà aperta e fruibile fino a Lunedì 13 alle ore 14,30.
I materiali sono forniti dai partner del progetto e la fase progettuale verrà guidata dall’arch. Cristian Visentin (Cristian Visentin Studio), professionista e docente di design del prodotto e del gioiello.

Destinatari: studenti universitari, accademie e scuole di design, progettisti emergenti, jewellery designers

Durata: sessione online 1 ora (mercoledì 8 giugno dalle 12 alle 13) sessione giornaliera in archivio (domenica 12 giugno dalle 10 alle 18)

Posti limitati: 8 persone

con

Cristian Visentin, Designer e docente

SuperForma 3D specialists Team

Eliana Negroni, curatore dell’Archivio Negroni

 

PRENOTAZIONI SU EVENTBRITE (link: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-circolare-di-nome-e-di-fatto-338976918087)

evento gratuito – posti limitati – info:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – T. 333 4003308

Archivio Negroni – via Filippo Tajani 3 – 20133 Milano

#circolaredinomeedifatto
@archivionegroni
@cristianvisentinstudio
@superforma.xyz
@agc_jewellery
@cista.milano.it
@manifattura_milano

 

Venerdì, 27 Maggio 2022 05:35

AGCpunto22

Torna dopo alcuni anni di pausa l'evento annuale dedicato ai soci di agc e riprende il nome "AGCpunto" a sottolineare l'intenzione di proporre un punto di incontro, di confronto e di presentazione nella vita annuale della nostra associazione. Ringraziamo il Museo di Storia Naturale del Mediterraneo che ospita la mostra delle opere rapprensentative degli autori, designer e artisti del gioiello contemporaneo, che fanno parte dell'associazione e con la loro ricerca contribuiscono ad indentificare la visione contemporanea dell'ornamento, ideato in qualità di pezzo unico o multiplo in serie limitata e nella maggioranza dei casi realizzato in autoproduzione. Un panorama molto ricco e multiforme nell'approccio a questa forma espressiva ancora troppo poco valorizzata ed esplorata da critica e art media.

La mostra si inaugura sabato 4 giugno alle ore 17 e sarà visitabile negli orari di apertura del museo fino a domenica 12 giugno.

Domenica 5 giugno è previsto un meeting dell'associazione aperto a tutti. Orario e luogo dell'incontro sarà comunicato nei prossimi giorni ai soci che si sono già registrati. Chi desiderasse aggiungersi può contattarci - RSVP Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Autori in mostra:

Sara Barbanti, Roberta Bernabei, Maura Biamonti, Annarita Bianco, Elisabetta CarozziLuisa Chiandotto, Jamie Chung, Lluis Comin, Roberta Consalvo Sances, Katarina Cudic, Corrado De Meo, Clara Del Papa, Nicolas Estrada, Fluxis, Laura Forte, Maria Rosa Franzin, Nicoletta Frigerio, Stefano Fronza, Andrea Lombardo, Elvio Lunian, Letizia Maggio, Rita Marcangelo, Gigi Mariani, Lieta Marziali, Mineri Matsuura, Marco Minelli, Francesca Mo, Kazumi Nagano, Eliana Negroni, Liana Pattihis, Roberta Pavone, Marco Picciali, Irma Podini, Sara Progressi, Anna Retico, Stefano Rossi, Chiara Scarpitti, Silvia Serra Albaladejo, Claudia Steiner, Yoko Takirai e Pietro Pellitteri, Ognyana Teneva, Gabi Veit, Yiota Vogli, Babette Von Dohnanyi.

AGCpunto è un progetto in divenire a cui l'associazione lavorerà in futuro alla ricerca di nuove collaborazioni e visioni. Tutti coloro che vorranno unire le forze sono i benvenuti. Arrivederci a Livorno!

a seguire alcune opere degli autori in mostra:

 

Sara Barbanti | spilla, "Tear" | carbone, argento, acciaio

Gigi Mariani | anello, "Rust" 2009 | argento, patina

Stefano Fronza | spilla, "Piece of a Dream" | stampa su Dibond, titanio e acciaio

Chiara Scarpitti | spilla, "Anthropocene_extinct" | silver rhodium, black steel, pure silk, plexiglass

Fluxis | collana, "SONOS" | PLA stampa 3d, finitura manuale

Andrea Lombardo | collana, "Vessel" | rame smaltato, argento ossidato

Luisa Chiandotto | collana, "Proliferazione" | vetro, cristallo, argento, lega shibuichi, ossidazione

Anna Retico | bracciale, "Onda" | rame, cotone cerato, elettroformatura

Jamie Chung | spilla, "Two Separate Ways No.7" | brass, pigment, gold leaf

Rita Marcangelo | spilla, "Message in a Bottle" | bottiglia plastica, argento, acrilici

Yoko Takirai e Pietro Pellitteri | bracciali, "Connections" | argento 925, smalto acrilico

Roberta Consalvo Sances | spilla, "ZERO4" | acciaio inossidabile, argento

Lluis Comin | spilla, "The magic mountain n.25" | argento, oro, ebano, lapizlazuli

Annarita Bianco | collana, "Graft|01" | argento925, patina, resina, e-waste (cavi usb)

Claudia Steiner | spilla, "In familiar circles" | resina, pigmenti, rame, argento / resin, pigment, copper, silver

Yiota Vogli | bracciale, "Armor" | alpaca, oxidation, paint

Babette Von Dohnanyi | collana, "Pattern" | ag 925 ruthenium

Marco Minelli | anello, "Vibrante 3" | policarbonato, silicone e alluminio

Francesca Mo | collana, "Bollicine" | argento, resina

Lieta Marziali | anello, "Tutti Giù Per Terra" | tappo di vasetto, latta vintage, fischietto di bollitore, ciondolo d'argento rame, filo d'acciaio, colla, perlina di plastica

Stefano Rossi | spilla

Clara Del Papa | anello

Maura Biamonti | Orecchini, "Pitosforo" | argento ossidato e granato

Eliana Negroni | anelli, "Aluminium party" | aluminium

Mineri Matsuura | spilla, "Metamorphosis-3" | silver, stainless steel, paint

Irma Podini | spilla, "corolla blu" | argento, pigmenti, smalto, acciaio

Letizia Maggio | collana, "Untitled" | argento, seta giapponese, acrilico

Nicolas Estrada | anello, "Open Sky" | silver, agate

Giovedì, 12 Maggio 2022 07:28

Agc.punto22

Cari Soci AGC,

come anticipato nelle precedenti comunicazioni, stiamo raccogliendo adesioni per la mostra dell'associazione che, come proposto dal precedente comitato direttivo in occasione dell'assemblea di febbraio u.s., avremmo l'opportunità di realizzare a Livorno da sabato 4 fino a sabato 11 giugno.

Ispirandoci al progetto AGC.punto proposto alcuni anni fa (2009-2010), la mostra dell'associazione - esporre 1 o 2 opere di ogni socio - vorrebbe essere soprattutto un momento di partecipazione tra i soci, un'occasione per conoscersi, conoscere da vicino il lavoro dei colleghi, confrontarsi o anche semplicemente rivedersi dopo diverso tempo.

 

CALL FOR ENTRY

Agc.punto22

 

Potrai ritirare l'opera a Livorno a fine mostra oppure agc spedirà o organizzerà la restituzione dell'opera nei giorni successivi.

AGC.punto22 avrà un significato solo con il coinvolgimento di tutti voi: desideriamo sia un momento condiviso e senza la presenza di tanti soci non avrà proprio senso confermare la sua realizzazione.

 

AGC.punto22
association AGC's exhibition and meeting at the Museo del Mediterraneo - Villa Henderson in Livorno (Italy).
opening June 4th 6-8 pm (free entrance) - meeting June 5th (RSVP Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)
exhibition until June 11th according to the museum opening hours:

http://musmed.provincia.livorno.it/visita/orario-apertura/

Mercoledì, 11 Maggio 2022 12:28

Tresors 2022

Dal 14/05/2022 al 16/07/2022 presso la Margarida Aldabó Joieria si terrà la quinta edizione di TRESORS, mostra del gioiello contemporaneo catalano a cura di Sílvia Serra Albaladejo e promosso da RING RING ARTS&CRAFTS BCN.
La cultura popolare è l'insieme delle manifestazioni culturali prodotte o consumate dalle classi popolari, e comprende tradizioni, canti, leggende, superstizioni... Tradizionalmente, è trasmessa oralmente, sebbene in tempi moderni l'estensione dei media e l'apparizione di Internet sono diventati un importantissimo mezzo di trasmissione della cultura popolare.
E la cultura popolare è considerata uno dei fattori distintivi dell'identità di una nazione, perché rispecchia i valori culturali, le tradizioni, le credenze e i costumi che esprimono l'unicità delle persone che compongono un Paese.
Il folclore, d'altro canto, è l'espressione della cultura di un popolo: mestieri, danze, feste, usi, costumi, tradizioni, storie, storie orali, leggende, musiche, superstizioni, ecc., comuni a un determinato popolo: perdere le origini, significa perdere identità”.

Partecipano anche i soci agc Lluis Comin e Silvia Serra che cura tra l'altro il progetto.

maggiori informazioni nel file allegato

 

In occasione del bicentenario dalla morte di Napoleone Bonaparte (1821-2021), AGC Associazione Gioiello Contemporaneo e Biblioteca Universitaria di Pavia presentano la mostra MESDAMES ritratti femminili e dettagli contemporanei nelle stampe d’epoca napoleonica della Biblioteca Universitaria di Pavia che verrà inaugurata il 4 maggio alle ore 17.00 nel prestigioso Salone Teresiano della Biblioteca Universitaria di Pavia.

Una serie di ritratti femminili in epoca napoleonica, a partire da preziosi fondi delle stampe conservate in Biblioteca ispirano gli accostamenti alle opere gioiello degli autori contemporanei. Gli artisti delle opere in mostra espongono in contesti internazionali e partecipano a premi e collezioni prestigiose dedicate al gioiello d’autore: Sara Barbanti, Maura Biamonti, Luisa Chiandotto, Jeemin Jamie Chung, Corrado De Meo, Laura Forte, Maria Rosa Franzin, Stefano Fronza, Lucilla Giovanninetti, Francesca Mo, Kazumi Nagano, Liana Pattihis, Sara Progressi, Yoko Takirai, Ognyana Teneva, Caterina Zanca.

L’esposizione è curata da Eliana Negroni con la collaborazione di Antonella Campagna e l’allestimento è di Francesca Mo.

L’ingresso è subordinato alla prenotazione su Affluences https://affluences.com/biblioteca-universitaria-di-pavia-mic/reservation  (E’ obbligatorio indossare una mascherina FFP2).

Maggiori informazioni sull'inaugurazione della mostra clicca qui

Per maggiori informazioni sulla mostra vedi Comunicato Stampa sotto:

 

qui sotto a seguire alcuni dei gioielli degli autori in mostra:

Kazumi Nagano | Untitled | spilla seta e oro - Ph. Angela Petrarelli

Francesca Mo | Gocce | collana - Ph. Fabrizio Stipari

Maria Rosa Franzin - 2022 | Mesdames | bracciale - Ph. Angela Petrarelli

Jeemin Jamie Chung | Summer flakes | Spilla

Venerdì, 22 Aprile 2022 06:19

Fluxis

Italia

 

Mariangela Murgia and Alberto Catalano. We are architects and designers. We recently founded our atelier FLUXIS. Our interest in the art of jewelry came to light, during a period of work we spent in Middle East. In that complex e varied world, we discovered the mysterious power of jewels to communicate cultures and identity.
We create objects in a dynamic and fluid shape that evocate natural phenomena and their inner tensions. Like the soil cracking, the growing of a plant, the action of the wind, the breaking of a wall, the weaving of a carpet, the twisting of a rope….
By means of modeling and 3D printing technologies we can create extremely diverse and complex objects.
We use filament machines with additive technology: layers measuring a fraction of a millimeter are progressively poured one over the other for several hours until they form the finished object. These layers, visible only upon close examination, can be considered the textile weave, the grain of the material. We use mainly the PLA, a crystalline polymer, a biodegradable and ecological material obtained from vegetables, mainly corn.
To obtain a more interesting finish, we refine the material with various progressive surface treatments such as sanding, brushing, and polishing, instead of a varnish that would cover the layers.
Thanks to these manual operations, we can achieve a “natural” material that features variable, nuanced, and deep colors where light exalts the form.

 

 

 

Ceci n'est pas un mur
Bracelet | Oxidized copper PLA - TPU MATRIX | 2022
Ceci n'est pas un mur
Bracelet | Oxidized copper PLA - TPU MATRIX | 2022
Crak
Bracelet | PLA - TPU MATRIX | 2021
Crak
Bracelet | PLA - TPU MATRIX | 2021
Oito
Bracelet | PLA | 2020
Entu
Bracelet | PLA | 2021
Obu
Earrings | PLA | 2020
Obu
Earrings | PLA | 2020
Sonos
Necklace | PLA | 2021
Sonos
Necklace | PLA | 2021
Giovedì, 28 Aprile 2022 12:05

Segni sul Volto

Il progetto SEGNI SUL VOLTO, organizzato da Le Arti orafe di Firenze e coordinato dalla designer e socia agc Carla Riccoboni, è in fase conclusiva. Hanno partecipato diversi nostri soci: Annarita Bianco, Letizia Maggio, Silvia Sandini, Chiara Scarpitti.
I risultati del progetto saranno presentati e discussi, con una mostra dedicata ed una conferenza, durante la FLORENCE JEWELLERY WEEK.
SEGNI SUL VOLTO è stata una sperimentazione di progettazione collettiva, ideale prosecuzione dell’esperienza di MULTIPLI SINGOLARI di qualche anno fa ed ha portato dei risultati interessanti, sia nella metodologia che negli esiti finali, approfondendo la conoscenza dell’attualità.

Ricordiamo gli appuntamenti, un’occasione per incontrare tanti colleghi:

28 aprile - 1 maggio

SEGNI SUL VOLTO

MOSTRA Istituto de’ Bardi, via Michelozzi 2 FIRENZE

1 maggio ore 16.30-18.00

CONFERENZA Foresteria Valdese in Via dei Serragli 49 FIRENZE

se vuoi partecipare alla conferenza clicca qui