Regolamento

  • Sei qui:  
  • Home
  • /
  • Area Soci

 

REGOLAMENTO agc

 

1. Premessa

Il presente regolamento la cui osservanza a norma dello Statuto è obbligatoria, stabilisce tutte le norme e
procedure che riguardano il funzionamento dell’associazione.

 

2. Approvazioni e modifiche

2.1  Il  regolamento  non  può  essere  in  contrasto  con  lo  Statuto  e  da  questo  è  governato.
2.2  Nella  prima  stesura  esso  è  approvato  dall'unanimità  dei  soci .
2.3 E'  facoltà  solo del  Consiglio  Direttivo  la modifica,  l'integrazione e l'aggiornamento  del  presente
Regolamento con altre disposizioni o modifiche utili al buon andamento dell'attività sociale; ogni proposta
di modifica o integrazione deve essere discussa ed approvata in questo ambito.
Le  modifiche  od  integrazioni  vengono  immediatamente  applicate  dopo  voto  unanime  del  Consiglio
Direttivo e comunicate con mail a tutti i soci. In caso di voto non unanime le diverse posizioni potranno
venir discusse in assemblea.
Le modifiche od integrazioni  apportate al  Regolamento dovranno poi  essere sottoposte a ratifica alla
prima Assemblea Ordinaria utile.
2.5 Le modifiche non potranno essere retroattive ed entreranno in vigore dal giorno successivo alla loro
approvazione nel (Consiglio Direttivo) e Assemblea Ordinaria.
2.6 Il socio ha facoltà di presentare richiesta di modifica al regolamento, tramite comunicazione scritta al
Consiglio Direttivo.  Il  Direttivo ha l’obbligo di  valutarne la corrispondenza con gli  obiettivi  statutari  e
presentare alla prossima Assemblea Ordinaria la modifica per la votazione.
2.7 Qualora il Consiglio Direttivo esprima un parere contrario alla proposta di modifica del regolamento,
ha l’obbligo di  redigere una relazione scritta sulla motivazione negativa e presentarla all’Assemblea
Ordinaria. unitamente alla proposta per la relativa votazione.

 

3. Ammissione all’associazione

3.1 L’ingresso all’associazione e libero a tutti.
3.2 L’iscrizione all’agc avviene tramite sito internet ed è soggetta alle seguenti procedure:
-Visione e accettazione delle modalità d’iscrizione e pagamento.
-Visone e accettazione dello Statuto e del Regolamento.
-Accettazione “Consenso al trattamento dei dati personali”.
-Compilazione di un form on-line per la comunicazione dei dati personali.
3.3 Ad ogni nuovo socio è assegnato un numero progressivo ed è abilitata la  password per l'accesso alla
parte  riservata  del  sito,  solo  dopo  che  l’amministrazione  avrà  ricevuto  il  pagamento  della  quota
associativa e della quota d’ingresso.
3. 4 La data di riferimento per l'avvenuta acquisizione dei diritti di socio è quella che fa fede dalla data di
avvenuto pagamento della quota associativa.
3. 5  Qualunque  domanda  d’iscrizione  che  non  abbia  prodotto  il  relativo  pagamento  della  quota
associativa entro il termine di giorni 30 dalla data di compilazione, sarà automaticamente cancellata dai
database dell’associazione, il C.D. provvederà a comunicare per iscritto il diniego dell'iscrizione.
3. 6 Quota associativa
La quota associativa dovrà essere versata intera ed è riferita all'anno solare in corso, ad eccezione di
tutte quelle iscrizioni effettuate nell'ultimo trimestre, la cui quota sia versata tra il 1° ottobre ed il 31
dicembre. In questo caso la quota sarà considerata valida anche per l'anno a seguire.

 

4. Quota sociale

4.1 La Tesoreria invierà, entro il 31 dicembre ai soci, una comunicazione per il rinnovo della quota sociale
relativa all’anno successivo, indicando costi, modalità e procedure di pagamento.
4.2  Modalità di versamento: i soci  entro il 31 gennaio di ogni anno dovranno effettuare il versamento
della quota con le seguenti modalità, o mandare disdetta entro lo stesso termine:
-Bonifico Bancario intestato ad agc, presso UNICREDIT BANCA, agenzia di Cremona, piazza Roma.
Coordinate bancarie:
PAESE: IT
CIN: IT P
CIN: EU 28
ABI: 02008
CAB:11400
C/C-IBAN: 000040371440
CODICE BIC SWIFT: UNICRIT2B320
Codice iban: T28 P0200811 4000 00040371440
Riferite ad: ASSOCIAZIONE GIOIELLO CONTEMPORANEO
4.3.Qualora il pagamento della quota non sia stato effettuato entro tale data,e il socio non abbia dato
disdetta, la Tesoreria provvederà ad inviare una comunicazione e-mail di sollecito di pagamento con la
penale di 30 Euro quale contributo spese amministrative.
4.4.Al socio che non avrà provveduto al pagamento della quota associativa entro i termini stabiliti,sarà
disabilitato l'accesso all'area riservata del sito e non potrà prendere parte alle iniziative dell'associazione.
4.5.Ex soci con più di un anno di morosità  dovranno pagare, oltre alla quota associativa, la quota
d'ingresso come i nuovi iscritti per potersi iscrivere nuovamente.
4.6 Qualora il pagamento della quota non sia stato effettuato entro tale data, la Tesoreria provvederà ad
inviare una comunicazione e-mail di sollecito di pagamento.
4.7 Il  socio che non regolarizza la sua posizione  entro il  mese di  febbraio verrà considerato moroso,
rimanendo obbligato nei confronti dell’Associazione per la quota già maturata.
4.8 Trascorsi  altri  trenta giorni  dal  suddetto termine,  31 marzo,  al  socio che non avrà provveduto al
pagamento della quota associativa entro i termini stabiliti, sarà disabilitato l’accesso all’area riservata del
sito  e  non  potrà  prendere  parte  alle  iniziative  dell’associazione,  ivi  incluse  assemblee,  riunioni,
partecipazioni a mostre ecc., fino a che non abbia provveduto a mettersi in regola con il pagamento delle
quote mancanti.
4.9. Se dopo due anni non si è provveduto al saldo delle quote mancanti il C.D. procede all'esclusione
dall'associazione  con avviso scritto e cancellazione dal libro soci.

 

5. Dimissioni

5.1 Ogni Socio può recedere dall'associazione in qualsiasi momento mediante comunica- zione scritta
inviata via e-mail alla Segreteria, con richiesta di riscontro da parte del segre- tario.
Tale recesso ha efficacia immediata e si procede con la cancellazione dal libro soci.

 

6. Sospensione, Esclusione del socio

6.1 Il  Consiglio Direttivo delibera la sospensione o l’esclusione di  soci  che abbiano compiuto attività
contraria o nociva alle finalità, o all’immagine dell’associazione.

 

7. Cariche Sociali

7.1 Le cariche sociali sono regolate dalle norme statutarie dell’associazione.

 

8. Il Presidente

8.1 -Il  presidente uscente rimane in carica come past-president  per  un anno oltre il  suo mandato ed
affianca il  nuovo presidente al  fine di  fornire tutti  i  dettagli  e le conoscenze maturate durante il  suo
mandato.  
8.2  -  Il  past-president  non  ha  nessun  potere  se  non  di  consiglio  ed  informazione.  

 

9. Consiglio Direttivo

9. 1 Il funzionamento del Consiglio Direttivo è regolato dalle norme statutarie di questa associazione.
9. 2 I membri uscenti del Consiglio Direttivo dovranno affiancare per almeno sei mesi oltre il loro mandato
i  componenti  del  nuovo Consiglio Direttivo al  fine di  fornire tutti  i  dettagli  e le conoscenze maturate
durante il loro mandato.
9.3 I membri uscenti con funzioni di affiancamento, non hanno alcun potere se non di consiglio ed
informazione.
9.4 I verbali dei C.D. possono essere visionati dai soci su richiesta, tramite apposita casella, situata sul
sito nell’area riservata.

 

10. Assemblea Ordinaria

10.1 L’Assemblea Ordinaria è regolata dalle norme statutarie di questa associazione.
10.2 I verbali delle Assemblee Ordinarie saranno pubblicati sul sito dell’associazione nell’area riservata ai
soci.
10.3 il socio che non presenzi ad almeno una assemblea, anche in delega ogni 2 anni risulta decaduto.

 

11. DELEGHE

11.1 I  soci che non potendo prendere parte all’assemblea intendano delegare un altro socio devono
inviare il documento all’interessato via e-mail, il quale lo presenterà al Presidente.
11.2 Le deleghe per  essere ritenute idonee devono presentare nel  documento l'indirizzo e-mail  del
mittente e del destinatario, ora e data di ricezione, che ne convalidino l’autenticità e la validità.
11. 3 Le deleghe debbono essere redatte secondo apposito modulo ( con copia ed incolla trasferite sull'email).
11.4 Si accettano deleghe sino a cinque giorni prima l'assemblea. Le deleghe pervenute dopo tale
scadenza o in eccesso rispetto a quelle possibili saranno utilizzate per il conteggio delle presenze ma
non daranno diritto al voto.
11.5 Ogni socio, non può essere in possesso di più di due deleghe.

 

12. Elezioni

12.1 A  fine mandato il Consiglio Direttivo uscente, propone ai soci tramite comunicazione e-mail il
numero dei candidati ideale per la costituzione del nuovo Consiglio Direttivo.
12.2 PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE: Tutti i Soci che intendono candidarsi alle nuove cariche
Direttive, devono comunicare la loro candidatura per iscritto alla Segreteria, entro e non oltre il termine di
60 giorni antecedenti l’Assemblea Elettiva.
12.3 Il socio che si candida deve presentare il proprio profilo professionale e le motivazioni per le quali
intende  candidarsi,  deve  essere in regola con il  pagamento  della quota  associativa,  essere iscritto
all’associazione, ed aver partecipato ad almeno una Assemblea Ordinaria.
12.4 La segreteria ha l'obbligo di pubblicare sul sito agc la lista dei canditati alle cariche direttive, entro e
non oltre il termine di 30 giorni antecedenti l'assemblea elettiva. La segreteria ha l' obbligo di pubblicare
sul  sito dell'associazione la scheda,  della quale verrà fornito uno schema,  per  la presentazione dei
candidati e la loro relativa proposta.
12.5 Deleghe: i  soci che non potendo prendere parte all’assemblea intendano delegare un altro socio
devono inviare il  documento all’interessato via e-mail, il quale lo presenterà al Presidente di seggio. Le
deleghe per essere ritenute idonee devono presentare nel documento l’indirizzo e-mail del mittente e del
destinatario, ora e data di ricezione, che ne convalidino l’autenticità e la validità.
Ogni socio, non può essere in possesso di più di due deleghe.
12.6  MODALITÀ ELETTIVE:  L’assemblea Elettiva nomina il  Presidente di  seggio ed il  Segretario che
verbalizza le operazioni  e tre o più Scrutatori.  Chiunque dei  presenti  ne faccia richiesta deve essere
votato. Gli scrutatori non possono essere: membri del Consiglio Direttivo uscente, candidati, revisori dei
conti, probiviri.
a. Si conteggiano e siglano le schede, ogni scheda per essere valida deve avere la firma del Presidente
di seggio ed almeno di uno degli scrutatori.
b. Si  consegnano le schede ai  votanti  una per ogni  socio ed una per ogni  delega. In totale ogni  socio
presente non potrà aver più di 3 schede.
c. Ogni socio deve assegnare un numero  massimo di 4 preferenze, apponendo una X sulla casella della
preferenza.
d. Spoglio schede e conteggio
e. Stesura del verbale
f. Comunicazione all’Assemblea da parte del Presidente di seggio dei risultati della votazione.
g Le schede saranno archiviate sino alla prossima elezione. La schede vecchie verranno distrutte prima
della nuova elezione in presenza dell'assemblea.
12.7  Il  Consiglio Direttivo costituito,  si  riunisce appena conclusa l’Assemblea Elettiva per  la prima
riunione  del  C.D.  destinata  all’assegnazione  delle  cariche;  è  obbligo  in  questa  occasione eleggere
almeno il Presidente ed il Segretario.

 

13. Uso del nome agc

13.1 Nessun socio e tanto meno non socio,  se non autorizzato direttamente ed individualmente dal
Consiglio Direttivo, può usare il nome dell'associazione per suoi usi   personali, contatti, finanziamenti,
mostre ed altro.
13.2 Il  socio  potrà  usare  il  logo  ed il  nome  dell' agc solo  dopo  aver  ricevuto delega  scritta  dal
Presidente.

 

14. Organizzazione Eventi

14.1 Ogni  proposta di  progetto dovrà essere comunicata via e-mail  al  Consiglio Direttivo tramite il
Responsabile Progetti  in tempo utile per  essere sottoposta a ratifica oppure,  a richiesta di  ulteriori
integrazioni.
14.2 Il Responasabile Progetti, dopo aver valiato e corretto tutti gli aspetti relativi a finalità culturali ed
esigenze amministrative stabilite dall’associazione,  inoltra il  progetto al  Consiglio  Direttivo,  il  quale
dovrà poi esprimere parere definitivo. In caso di  parere negativo,  esso dovrà essere motivato da una
relazione.
14.3 Ogni progetto deve essere fornito di supporto finanziario e deve indicare finalità e scopi.
14.4 Per la presentazione dei progetti a Enti Pubblici e Privati, si richiede che tutti i soci promotori  del
progetto seguano la seguente procedura obbligatoria.
Il socio promotore dovrà presentare il progetto di massima formulato secondo il seguente schema:
a. titolo  e definizione ( es. mostra, esposizione workshop, ecc..)
b. obiettivi: quali  vantaggi il progetto porta all'associazione
c. metodi:  organizzazione  dell’evento, necessità per portarlo a compimento
d. budget  e reperimento fondi
e. formazione della giuria e del regolamento
f.  come viene garantito il controllo della qualità
g. resposabile del progetto e nomi di possibili soci che possano far parte attiva del gruppo promotore.
14.5 Qualora il Consiglio Direttivo lo ritenga opportuno affiancherà d'ufficio al progettista, soci che
possano collaborare alla realizzazione del progetto.
14.6 Qualora il promotore o il gruppo promotore del progetto, ritenga che lo stesso non possieda più le
caratteristiche di qualità iniziali,  a causa di troppi  cambiamenti  o compromessi, può ritirare il  progetto
con comunicazione scritta al Consiglio Direttivo.
14.7 Il  Consiglio Direttivo dopo aver approvato il  progetto,  fornisce delega scritta al  responsabile del
progetto, a firma del Presidente.
14.8 Ogni  atto conclusivo di  rapporti  con Enti,  Istituzioni  o altro,  così  come ogni  richiesta formale
all'esterno dell'associazione, vanno proposti con una lettera scritta del Presidente, o in sua assenza del
Vicepresidente.
14.9 Gli incarichi di curatore a mostre, eventi, organizzati  dall’associazione non possono essere affidati
sempre alla medesima persona se tali mostre o eventi si ripetono nel tempo; ciò per mantenere un profilo
dell’associazione aperto ed il più possibile svincolato da legami e tendenze.
Deroga a questa norma potrà avvenire solo su indicazione degli organizzatori interni l'Associazione e con
l'approvazione dell'Area Cultura o del Presidente.
14.10 Si stabilisce che  i disavanzi   positivi di bilancio derivati  dalla gestione  di eventi  o mostre entrino
nella cassa dell’associazione nella misura del 50% e che l’altro 50% vada a costituire un fondo cassa per
la continuazione di nuove edizione dell’evento – mostra.
14.10 I progetti che vengono pubblicati sul sito dell'Associazione possano essere proposti con un logo.
Sarà cura degli  organizzatori  offrire delle proposte al  webmaster,  che darà le indicazioni  per eventuali
modifiche  e  sarà  l'incaricato  da parte  di  agc nella  scelta.  Qualora  ci  fossero  delle  contestazioni  o
perplessità si incaricherà l'area cultura di scegliere fra diverse soluzioni.
15.10 Qualunque attività che coinvolga l’associazione,  ed in cui  si presenti  la necessità di  consulenze
legali, tali spese saranno a carico dell’organizzazione del progetto, (mostra evento). L’associazione potrà
in un primo tempo anticiparle.

 

15. Giuria

15.1 Qualunque mostra, esposizione, pubblicazione ed altro organizzata dall' agc dovrà considerare la
formazione di una giuria o comitato scientifico libero, indipendente e inappellabile.
15.2 Qualora non si raggiunga un accordo per la costituzione di una  giuria, questa verrà formata dai
soci fondatori ed in seconda battuta dal Consiglio Direttivo.
15.3 La giuria non può essere formata dai membri promotori di progetto.
15.4 Nel caso il Consiglio Direttivo giudichi inadeguata una giuria, dovrà darne esaustiva giustificazione.
15.5 Al Consiglio Direttivo è data l'autorità di chiedere informazioni e ragguagli atti a considerare i criteri
per la costituzione di una giuria autorevole.

 

16. Patrocinio

16.1  Gestione  del  Patrocinio:  Tutte  le  richieste  di  patrocinio  di  agc devono  essere  indirizzate  al
Responsabile Progetti.
16.2 Il Responsabile Progetti dopo averle visionate ed espresso un parere, le inoltra al Presidente.
16.3 Nel caso il Presidente esprima parere negativo, le richieste vengono inoltrate al Consiglio Direttivo
per il parere definitivo.
 16.5 In casi particolari  legati  alla qualità del  progetto, possibilità di  visibilità dell'Associazione, rientro
d'immagine  per  la  stessa,  particolare  affinità  con  gli  scopi  statutari,  promozione  dei  soci,  in  via
eccezionale  (  non  più  di  2  all'anno  )  i  progetti  possono  essere  presentati  temporaneamente  e
parzialmente incompleti.  Salvo che per: titolo, luogo. qualità del  progetto, argomento ( mostra, tavola
rotonda, incontro .... )
Il finanziamento da parte dell'associazione  potrà avvenire solo su presentazione del progetto completo.
16.5  Il  Presidente  o  la  segreteria  hanno  l'obbligo  di  comunicare  i  patrocini  assegnati  tramite
comunicazione via mail al Consiglio Direttivo nei tempi più rapidi possibile. Stessa comunicazione verrà
fatta nell'area pubblica del sito agc.

 

17. Lista soci

17.1  La  lista  soci  ed  i  dati  riferiti  agli  stessi  sono  gestiti  esclusivamente  sul  sito:  HYPERLINK
"http://www.associazioneagc.com/indirizzario"http://www.associazioneagc.com/indirizzario.
17.2 Non è consentito l’uso dei dati dei soci senza che le liste vengano dichiarate assieme alle azioni di
protezione messe in atto per consentire l’uso ai soli autorizzati.
17.3 Il  sito e quindi  i  dati  sono protetti  da password individuali  gestite dalla segreteria e non sono
accessibili se non ai membri il Consiglio Direttivo.
17.4 E’ fatto obbligo per i membri del Consiglio Direttivo l’uso della lista ed il suo adeguamento secondo
i compiti, le informazioni ricevute e le indicazioni dei soci.

 

18. Legge sulla privacy

18.1I dati personali dei soci verranno riportati sulla parte pubblica del sito dell’Associazione in base al D.
Lgs. n. 196/2003.
18.2 Si intendono per dati personali (non dati sensibili): nome, cognome, indirizzo, numero di telefono
e/o mail/ sito web.
18.3  Ai  sensi  dell'articolo  13  del  D.  Lgs  si  informa  che il  trattamento  dei  dati  personali  forniti  è
necessario:  per  adempiere ad un obbligo previsto dalla legge,  per  eseguire gli  obblighi  per  i  quali
l’Associazione si è costituita e che sono riportati  nel  suo statuto,  tali  obblighi  sono stati  accettati  al
momento dell’iscrizione.
18.3 I dati potranno essere comunicati solo a coloro i quali a diverso titolo potranno essere destinatari di
informazioni e adempimenti comunque connessi al rapporto in essere.
18.4 Il  conferimento dei  dati  è necessario per  adempiere esattamente agli  obblighi  di  legge ed è
finalizzato ad un regolare svolgimento dell’attività propria della scrivente Associazione.
18.5 La mancata comunicazione comporta l’impossibilità di svolgere correttamente il trattamento, tutto o
in parte e pertanto, il rapporto legato all’iscrizione all’Associazione non può perfezionarsi e potrebbe non
essere portato a termine.
18.6 Agli interessati sono riconosciuti i diritti di cui all'articolo 7 del citato Codice ed in particolare il diritto
di  accedere  attraverso  la  segreteria  agc,  ai  propri  dati  personali,  di  chiederne  la  rettifica,
l'aggiornamento e la cancellazione, se incompleti, se erronei o raccolti in violazione della legge, nonché
di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi, rivolgendo richiesta al Titolare.
18.9 Il Titolare del Trattamento dei dati è il Segretario dell’associazione.
Per  esercitare i  diritti  previsti  all'art.  7 del  Codice della Privacy,  sopra elencati,  l'interessato dovrà
presentare richiesta scritta alla segreteria agc.

 

19. Archivio fotografico

19.1 Tutte le immagini effettuate durante le attività dell’Associazione o che siano riconducibili a diverso
titolo all’attività dell’Associazione rimangono di proprietà della stessa. L’uso, divulgazione, pubblicazione
delle stesse deve avvenire previa comunicazione ai  membri  del  Consiglio Direttivo ed approvazione
degli stessi.
L’archivio immagini  è unicamente uno strumento di catalogazione e di memorizzazione almeno fino a
che non ci sia una parte del regolamento ad essa dedicata.


*Le ultime modifiche a questo regolamento sono state approvate in Assemblea Ordinaria
il 3.4.2011.